La Scuola

Rosmini

La Scuola Cattolica “Istituto Losana” fa parte della storia culturale sociale e religiosa della città. É gestita dalle Suore della Provvidenza Rosminiane di Biella: una Congregazione religiosa fondata da Antonio Rosmini nel 1832.
Situata in Biella nel Quartiere Centro, nei pressi della Fondazione Biverbanca. L’edificio si snoda tra via Mazzini e Via Garibaldi dove, al civico n° 9, c’è l’ingresso principale.
L’istituto gestisce una “Scuola dell’Infanzia” ed una “Scuola Primaria” paritarie parificate, aperte ad ogni realtà di persone, situazioni e condizioni sociali, nello spirito di Antonio Rosmini a cui la famiglia religiosa si ispira. Ha come finalità la formazione integrale degli alunni in una visione cristiana della vita.
Cura l’aggiornamento sistematico del suo “progetto educativo”; aperto alle sfide dei tempi da cui ricava scelte formative, educative e culturali valide e innovative.
Sta approfondendo con interesse ed apertura la riforma della scuola.
Coltiva nel proprio interno una collaborazione fattiva e cordiale con i genitori degli alunni, ai quali offre proposte formative di aiuto nel delicato compito educativo dei figli.
La scuola è altresì impegnata a consolidare nel territorio la sua valenza educativa, scolastica e sociale.

La Scuola Primaria “istitutolosana” è ospitata in un fabbricato ristrutturato, che si affaccia su via Garibaldi e si snoda all’interno di un vasto cortile alberato ed attrezzato. I locali sono situati al piano seminterrato, al piano terra ed al primo piano. Ha il suo ingresso al civico n° 9 ed intercomunicante con la Scuola dell’Infanzia.
É una scuola attiva e dinamica, che si va preparando alle esigenze dell’autonomia e dell’adeguamento agli standards europei. Impegna i ragazzi che la frequentano dalle 08.20 alle 16.00, dal lunedì al venerdì ed è articolata in sezioni uniche: con 25 alunni in media per classe.

La programmazione didattica ministeriale è integrata con i Laboratori di Inglese, Musica, Informatica, Artistica e Teatro e con attività extrascolastiche che completano e rendono più efficaci la ricerca e l’apprendimento.

I docenti, religiosi e laici, attraverso l’insegnamento qualificato e aggiornato delle diverse discipline scolastiche, curano in particolare, anche con adeguate metodologie:
• la capacità di pensiero riflessivo e critico, da utilizzare per sè e per gli altri
• la socialità come bisogno di incontro, come accoglienza della diversità e apertura all’altro
L’anno scolastico è organizzato secondo il calendario ministeriale ed è scandito da momenti particolari di vita della scuola:
• di formazione : per il personale docente e per i genitori;
• di festa : che trova le sue espressioni più significative a Natale e nell’ormai tradizionale Festa di fine anno;
Una ricorrenza particolare per la Comunità Scolastica il 20 febbraio, festa di Antonio Rosmini.